Condividi con i tuoi amici...

Mestruazioni irregolari e menopausa: un aiuto dalla riflessologia del piede

di Daniela Roccatello

problemi donne

I piedi rappresentano la parte del corpo che, più di ogni altra, ci fa sentire intimamente connessi con la Madre Terra. Il calcagno è l’osso che per primo tocca il suolo sul quale viviamo, ci permette la posizione eretta e, in questo senso, ci differenzia da tutto il regno animale che, non avendo il calcagno, è quadrumane.

I piedi sono da sempre definiti nella civiltà orientale “la pianta della libido” intesa come la zona del corpo umano che, toccando per prima il suolo terrestre, ha molto a che fare con la fecondità, la sessualità e di conseguenza con tutto l’apparato riproduttivo. In questo senso , la riflessologia del piede anche nota nell’antica Cina come “l’arte di toccare il calcagno”, può aiutare a risanare tanti disturbi del “femminile”, che si manifestano con il non riuscire più a vivere nei giusti ritmi necessari all’apparato genitale per stare in salute.

Uscire dai ritmi

Non sorprende che molte donne soffrano di problemi associati agli organi riproduttivi, sia nell’età feconda che all’inizio della menopausa. Il livello di ormoni presente nel sangue varia durante il ciclo mestruale e in menopausa in quanto il ritmo del sistema ormonale può essere destabilizzato da molti fattori. Molti di questi disagi possono essere trattati con successo dalla riflessologia del piede che permette di riequilibrare i livelli ormonali oltre ad indurre nella persona uno stato di generale rilassamento. Le sofferenze di cui si parlerà ne descrivono alcune delle forme più comuni. Saranno menzionate le possibili cause e l’approccio al trattamento. Per ogni situazione saranno indicati i punti riflessi, alcuni più importanti di altri perché direttamente coinvolti nel problema.

Problemi mestruali

Amenorrea

Significa assenza di ciclo sia nel caso che non si sia verificato entro il 16mo anno di età sia quando ci sia assenza di ciclo per un periodo di tempo superiore ai 3 mesi. Occorre essere certi che la donna non sia in gravidanza o che non stia iniziando la menopausa. Le cause possono allora essere genetiche (molto raramente) oppure di disordini ormonali come quando, ad esempio, la donna interrompe la pillola.

I disordini ormonali possono coinvolgere l’ipofisi (la centralina ormonale di tutto il sistema endocrino), la tiroide, le ovaie, le ghiandole surrenali produttrici di adrenalina. Se l’amenorrea coincide con la perdita di peso (anoressia), o con aumento preponderale di peso (bulimia), o ancora con eccessivo sforzo fisico, o con un forte stress, occorre lavorare il piede nella zona riflessa dell’ipofisi al fine di stimolare al meglio il suo funzionamento.
Anche le cisti ovariche sono causa di amenorrea, di conseguenza il massaggio podalico dovrà comprendere le seguenti zone del piede: utero, ovaie, tiroide, rene, surreni, ma anche stomaco e intestino (se associati a disturbi alimentari).

Dismenorrea

Implica dolori molto forti associati al ciclo mestruale. Il dolore può manifestarsi con il momento dell’ovulazione (circa metà mese), oppure all’inizio e nei primi giorni delle mestruazioni quando è più intenso perché l’utero si contrae in modo eccessivo essendo troppo teso, infiammato magari dall’intestino che è sofferente, indurito da farmaci o da disagi più psichici, e quindi fa più fatica a spingere fuori il sangue mestruale . Il ”mal di pancia” può essere accompagnato da un senso di gonfiore all’addome, associato a nausea, emicrania, e dolori alle articolazioni. Queste sofferenze possono essere causate anche da patologie specifiche dell’apparato genitale femminile : endometriosi, polipi e/o fibromi uterini o ancora può essere un rifiuto del corpo all’uso di sistemi contraccettivi interni, come, ad esempio, la spirale.

In questi casi le aree riflesse da trattare nel piede sono: utero, ovaie, circolazione linfatica addominale e inguinale, tutta la zona dell’intestino (tenue e colon) stomaco, l’alluce e tutte le dita dei piedi, che riflettono il sistema nervoso in generale e che, massaggiate in modo corretto inducono uno stato di tranquillità che diventa un valido rimedio per le emicranie legate al ciclo mestruale.

Mestruazioni irregolari

Significa che il periodo non segue un ritmo regolare per quanto riguarda la frequenza, la durata e l’intensità del flusso. Se non diversamente specificato dagli esami diagnostici, queste irregolarità possono essere causate da disordini ormonali dovuti a forti tensioni sul lavoro o a casa, traumi da dispiaceri, non riuscire a trovare il giusto ritmo nella quotidianità, paura di perdere il controllo su se stessi, ansia e/o attacchi di panico.

Il trattamento di riflessologia del piede varierà da persona a persona, e bisogna valutare attentamente, leggendo i piedi , quale sia la causa scatenante. Infatti, a sintomi identici che le donne manifestano, le origini di tali sintomi possono essere molto differenti.
In linea di massima, tuttavia, si massaggeranno comunque le seguenti aree riflesse: ovaie, tube di Falloppio, circolazione linfatica inguinale e addominale, utero, ipofisi, rene, surreni. A seconda delle cause scatenanti tali irregolarità, il massaggio sarà differenziato non solo da persona a persona , ma anche durante il massaggio stesso, in relazione a quello che sentiamo sta cambiando sotto le mani mentre si massaggia: calore, odore, gonfiori, solchi ecc

Menopausa: quando si cambia

All’inizio e durante la Menopausa, cominciano a insorgere vari problemi di adattamento alla nuova vita, apparentemente senza più ritmi.
Nella fase iniziale della menopausa, il ciclo mestruale, dapprima diventa irregolare cambiando spesso di intensità e durata. Altri disagi associati alla menopausa includono depressione, insonnia, risvegli notturni, emicrania, vuoti di memoria, stitichezza, minzione più frequente ma con un flusso ridotto, pelle sottile, secchezza delle mucose, atrofia dei seni, diminuzione della libido, osteoporosi, caldane. I problemi sono in parte dovuti ad una riduzione degli estrogeni presenti nel corpo ma in parte a pensieri ossessivi che intervengono pesantemente sulla capacità di reagire e combattere e vincere in modo naturale questa riduzione di attività ormonale.

Un aiuto dalla riflessologia del piede

Il massaggio riflesso dei piedi diventa un valido aiuto per stare bene, nonostante il vedere che “qualcosa è cambiato e non sarà più come prima” potrebbe diventare una scoperta entusiasmante di come, in modo diverso, si possa stare ed essere meglio di prima.

Nel periodo della pre-meopausa , quando le mestruazioni diventano irregolari o sono assenti per qualche mese o al contrario si presentano più frequentemente, il massaggio podalico può ridare ordine nel ritmo del ciclo, stimolando nel piede: ipofisi, tiroide, ovaie, utero, intestino tenue e colon. In questo modo, da una parte si cercherà di ridare ordine al sistema endocrino e dall’altra si agirà come antinfiammatorio dell’intestino che, magari, in questo periodo diventa più pigro e favorisce così il ristagno, all’interno dell’addome, di materiale tossico (stitichezza). La stitichezza può generare processi infiammatori e quindi dolori continui o crampi all’apparato genitale, già sotto pressione a causa del cambiamento.

Quando la menopausa vera e propria è ormai in atto, il riflessologo lavorerà altre aree del piede al fine di aiutare a far diminuire i seguenti disagi: caldane, ritenzione di liquidi, sbalzi d’umore, stanchezza cronica, ansia, insonnia o risvegli notturni. Le aree riflesse da trattare sono: l’apparato digerente (fegato, cistifellea, stomaco, intestino) rene, surreni, vescica, diaframma, le dita dei piedi che riflettono il sistema nervoso e le emozioni quali rabbia, ansia, paura, pensieri ossessivi, tristezza.

Articolo pubblicato da “L’Altra Medicina Magazine” – Ottobre 2012