Condividi con i tuoi amici...

Corsi di Pranayama per bambini dai 6 ai 12 anni

di Daniela Roccatello

pranayama bambini

Visi pallidi, svogliatezza nello studio, attacchi d’asma, allergie, raffreddori continui, spalle un po’ chiuse, incurvate. Siamo a Milano e spesso i bambini e gli adolescenti esprimono con queste sofferenze la loro “fame d’aria”. Come possiamo aiutarli a trovare una via d’uscita a questi problemi senza trasferirli con tutta la famiglia in località alpestri o marittime, dove il clima salubre sarebbe già da solo un valido rimedio?

Nel nostro Centro arrivano generalmente un po’ agitati o assonnati, sbuffando per l’impegno extra scolastico che uno dei genitori ha per loro scelto cercando di spiegare cosa andavano a fare. Poi si levano le scarpe, scelgono il colore del tappetino e del loro cuscino, si siedono e spontaneamente chiudono gli occhi.

E da qui inizia il loro personale viaggio nel “mondo del Pranayama”, in cui ogni esercizio è associato ad un animale, in cui viene loro chiesta una continua restituzione delle sensazioni, del cambiamento del ritmo di respiro, delle eventuali tensioni che avvertono.

Il bambino non ha mai paura di ciò che è diverso, ma ne rimane affascinato, e così continua a sperimentare e impara in forma ludica a controllare e ad espandere il suo respiro. Acquista consapevolezza del proprio corpo, dei processi che lo attraversano, del fatto che anche se è seduto e gli sembra di essere fermo, costretto a scuola o a tavola dall’insegnante o dal genitore del caso, tutto invece dentro di lui si muove. Ecco che una disciplina, quella del Pranayama, diventa gradualmente una via di autoeducazione