Condividi con i tuoi amici...

Prestazione sportiva: come migliorarla con la respirazione Pranayama

di Daniela Roccatello

prestazione sportiva

Se è ben noto a tutti gli sportivi come allenare i muscoli al fine di renderli pronti a superare la fatica fisica non è altrettanto usuale sapere come allenare, preparare i polmoni prima dello sforzo, al fine di mantenere, per tutto il percorso un respiro profondo, regolare che renda stabile più a lungo l’ossigeno di cui i polmoni e il cuore hanno continuamente bisogno, come unico nutrimento, per non sentirsi sovraffaticati col rischio di rimanere “senza fiato” provocando anche un’apnea spontanea molto fastidiosa.

8 esercizi per migliorare la prestazione sportiva

Grazie agli 8 esercizi fondamentali di Pranayama la muscolatura polmonare si svilupperà in modo graduale e stabile. È importante sapere che i polmoni sono organi molto delicati e non devono mai essere forzati ma sviluppati in modo lento giorno dopo giorno. Dieci minuti al giorno di respirazione Pranayama sono sufficienti per raggiungere l’obiettivo di espandere al massimo la muscolatura polmonare e di conseguenza la capacità respiratoria al fine di essere pronti alla fatica della “prestazione sportiva”

Ognuno potrà da solo eseguire gli esercizi a casa propria seduto su una sedia o su un cuscino a gambe incrociate. 4 settimane di allenamento quotidiano permetteranno a ciascuno di migliorare in modo esponenziale la propria resistenza aerobica.

Gli esercizi, all’inizio, devono essere eseguiti sotto la guida di un insegnante che verificherà quali siano quelli più adatti alla persona . I percorsi di apprendimento variano da 6 a 8 lezioni di un’ora ciascuna con cadenza settimanale. Imparata la tecnica gli esercizi stessi diventeranno il “maestro” a cui affidarsi che ci segnalerà da sé se stiamo respirando in modo corretto, un vero e proprio personal trainer che vive dentro il proprio respiro